Ritiro Nazionale a TOYAMA in Giappone

    Italian Snowboard Freestyle Team

    06 Settembre, il rumore della sveglia non è fastidioso come di solito, anche se sono le 6 della mattina.

    Questo perchè la passione e la voglia di partire è tanta.
    Aspettavamo questo momento da tempo, si ricomincia.

    Noi e la nostra tavola di nuovo assieme ma questa volta pronte per un’ esperienza nuova dall’altra parte del mondo, a TOYAMA, una cittadina del Giappone che si trova a 2 ore da TOKYO.

    Io e Marghe siamo partite nel primo pomeriggio da Milano Malpensa.

    Nonostante il volo fosse bello lungo, ci è passata in fretta e verso mezzogiorno di giovedì dopo aver fatto scalo a Pechino, eravamo a Tokyo.

    Subito a primo impatto abbiamo notato le differenze di cultura, l’ordine civile e la gentilezza che caratterizzano le persone del luogo.
    Dopo aver superato i controlli e recuperato le board-bag, abbiamo preso il treno che ci ha portati fino a Toyama.

    Non è stato facilissimo abituarsi fin da subito al fuso orario, ma siamo comunque riuscite a prendere sonno, riposare ed essere piene di energia.

    08 ettembre, ci siamo svegliate e c’era il sole, faceva caldo, e non vedevamo l’ora di andare a vedere cosa fosse realmente ToyamaKings.

    Ci siamo rese conto di essere davvero in Giappone solo dopo qualche istante, quando abbiamo realizzato che i nostri letti erano per terra, le ciabatte erano diverse e andavano cambiate prima di entrare in ogni locale. Si mangiava riso con le bacchette già di prima mattina e il water era uno di quei water intelligenti che si vedono nei cartoni.. ahaha!

    Abbiamo sfruttato il primo giorno di allenamento per capire bene ed adattarci al Neveplast, con atterraggio in AirBag.

    Le sensazioni erano strane, molto diverse, questo perchè alla tavola vengono tolte completamente le lamine.. bisogna limitare gli appoggi sulla lamina, cosa che sulla neve invece è molto frequente.

    Piano piano, ad ogni giro e ogni giorno che passava riuscivamo a sfruttare al meglio la struttura e a girarci sempre più con tranquillità, superando i nostri limiti e imparando sensazioni e trick nuovi.

    L’ambiente che si era creato era super tranquillo e felice, ci sentivamo a casa e ci divertivamo ogni giro di più.

    C’erano un sacco di ragazzi, che giravano con noi, ragazzi anche molto forti che andavano li per imparare, ma soprattutto per divertirsi e vivere al meglio una giornata di snowboard.

    Ogni giorno, facevamo 2 sessioni di allenamento di 2 ore e mezzo l’una circa, riuscivamo a fare un sacco di giri, a trovare nuovi stimoli e la grinta di provare ogni giorno cose nuove e mettere apposto invece le cose che andavano perfezionate.

    Stare li, ci ha aperto un mondo, ci ha aperto gli occhi e in pochissimo tempo siamo riuscite a migliorare il nostro riding e il nostro approccio allo snowboard.

    Prima di partire e rientrare in Italia, dopo una settimana intensa, abbiamo deciso di trascorrere una notte a Tokyo, cosi da poterla visitare, mangiare del buon Sushi e inserirci ancora di più in questa bellissima cultura.

    Essendo una città gigantesca e avendo poco tempo, siamo riusciti purtroppo a visitare solo uno dei quartieri più famosi di Tokyo, Akihabara, il quartiere della tecnologia e delle assurdità, davvero irreale, ma super divertente e interessante.

    Sembrava che il teletrasporto esistesse veramente, ci sentivamo come dentro un cartone animato, tutto era basato sui videogame, computer, manga e tutto ciò a cui la tecnologia è riuscita ad arrivare..

    In 10 giorni siamo riuscite a vivere un sogno, a fare la nostra prima esperienza intercontinentale, a conoscere un sacco di nuove persone, vedere nuovi posti, assaggiare e vedere cose tipicamente Giapponesi, ad aprire gli occhi a vedere cosa c’è fuori.

    Questo è solo l’inizio di una stagione piena di nuove emozioni che il nostro sport riesce a darci e a trasmetterci!

    Clicca qui per vedere il video degli allenamenti a Toyama!

    Giorgia.