Siamo nati per volare, noi rider, lo sappiamo fin da piccoli e non lo scorderemo mai, neanche da adulti…

Non scorderemo mai com’è saltare e stare lì: galleggiare nello spazio senza gravità, con quella leggerezza unita a un’incredibile energia che ricarica una vita intera.

Non è che non sentiamo la paura, è che la tolleriamo bene e con ogni salto abbiamo imparato a gestirla meglio, a conoscere i nostri limiti e ad acquisire consapevolezza del nostro corpo nello spazio.

Chi ama volare si sente a proprio agio quando si solleva dal terreno e atterrare gli serve solamente per tornare di corsa a saltare. Vive soprattutto per quegli attimi e impara che con un alto livello di consapevolezza, può gestire grandi rischi.

Quando si è in volo il tempo si dilata, sembra di muoversi a rallentatore e si assapora ogni istante.

Mentre si raggiunge l’apice della motivazione, il nostro organismo entra in uno stato che viene definito flow e si altera la percezione di sé, infatti si arriva a perdere il senso della fame e dello scorrere del tempo, ci si sente completamente fusi nell’azione che si sta compiendo e con l’attrezzo che si sta usando. Il flow è lo stato di consapevolezza che più di ogni altro si avvicina alla felicità.

Vivendo al massimo il qui e ora, si creano le condizioni ottimali per ottenere prestazioni eccellenti: in quegli istanti, in cui si è completamente immersi nel presente, si ha accesso a tutte le proprie potenzialità, la concentrazione è totale e si prova un forte senso di controllo su ciò che si sta facendo. Tutto si svolge in armonia con le proprie decisioni e diventa possibile superare i propri limiti.

La mente di chi ama volare è diversa, non solo nello sport, ma anche nel lavoro, nelle amicizie e nell’amore. Per questo stiamo svolgendo la prima ricerca in Italia che indaga il modo di amare di chi pratica sport definiti “estremi” in cui chiaramente rientra tutta la sfera freestyle.

In realtà l’estremo dal nostro punto di vista è correre sul tapis roulant: un’estrema scocciatura!

Mariapia Ghedina – Psicologa