Sabato allo Spazio Polaresco di Bergamo è andato in scena il terzo campionato italiano di Bmx Freestyle, questa volta organizzato da 4T Project del buon Matteo Testa.

In questi tempi non è facile organizzare eventi, lo vediamo ogni giorno con la cancellazione di centinaia di eventi con una storia ben più lunga. Sono stato felicissimo quindi che il campionato sia stato reso possibile da queste due realtà nostrane e orgoglioso di averne preso parte come fotografo ufficiale.
 

 

La nostra nazionale era già a Bergamo da un paio di giorni per uno stage di allenamento quindi in controtendenza rispetto al solito ho viaggiato da solo.

Dei ragazzi in nazionale mancava soltanto Elia Benetton che si è da poco infortunato e il buon Ramon Francesconi — che si è fatto male proprio durante lo stage di allenamento. Erano però presenti 3 ragazzi nuovi, almeno per quanto riguarda il giro dei contest organizzati dalla federazione che seguono le regole UCI: Michele Virdis, Vega Lucas Del Valle e Christian Ceresato, tutti della crew 4t/Virtuos . Christian è l’unico che conoscevo già ed è un rider il cui stile unico mi piace un sacco, proviene dallo street ma gira molto bene in park e a 21 anni ha ancora delle belle possibilità di crescita, soprattutto se comincia a partecipare a questo tipo di competizioni.

 

La gara è stata dominata fin dalle battute iniziali dal buon Barbero, che come al solito riesce a mettere in fila tutti i ragazzi più giovani, gira in “oppo” con una semplicità disarmante. Nonostante il suo spirito competitivo ha sempre qualche consiglio da dare ai ragazzi piú giovani, non c’è dubbio che un esempio migliore di lui in Italia non esista, speriamo che in federazione se ne rendano conto.

Ale si qualifica primo e in finale porta a casa il terzo titolo di fila, niente da dire, meritatissimo. Secondo Christian Falvo che bissa il secondo posto dell’anno scorso grazie soprattutto all’ampiezza dei suoi air e terzo il piú giovane della truppa Gabriele Pala, che sta crescendo costantemente e che nella mia modesta opinione è l’unico che con un certo impegno potrebbe sostituire degnamente Ale quando, speriamo il più tardi possibile, di ritirerà dalle competizioni. Quinto a sorpresa “il nuovo” Lucas Vega che torna a casa con una bella iniezione di fiducia e come primo degli atleti al di fuori della squadra nazionale.

 
In fondo una gran giornata di competizione, trick e foto che è diventata merce rara in questo 2020 e che a me mancava proprio.
Speriamo ce ne siano altre alla svelta,

Stay tuned